Affrontare il corso ed il successivo esame per il conseguimento dell’abilitazione al comando di imbarcazioni, in Italia, è un’impresa ardua. Non per lo studio in sé, ma per le numerose variabili che si incontrano: dalla variegata offerta di corsi (on-line, full-immersion, solo in barca, ecc.), al programma ministeriale, assai ampio e generico, all’esame vero e proprio, che dipende in gran parte dalla commissione d’esame, senza un vero e proprio standard nazionale.
La confusione che ne sorge penalizza il candidato, che è portato a concentrarsi sul solo fatto di passare l’esame, mentre questo momento, il corso appunto, dovrebbe essere il pilastro su cui costruire tutta la carriera futura di marinaio. Con una serie di domande semplici, seguite da risposte altrettanto chiare, cerchiamo di analizzare questo piccolo mondo, riconoscendone i pregi ed i difetti e, se possibile, dare i consigli giusti a chi non lo conosce a sufficienza.
Leggi di più…

I quiz utilizzati in sede d’esame sono tanti ed impararli a memoria, oltre che un lavorone, risulterà sterile. Molti si possono raggruppare in simili, avendo gli stessi contenuti. altri son banali, alcuni invece sono incomprensibili. Noi li valuteremo tutti, cercando di approfondire le risposte, sia quelle giuste che quelle errate

guarda un esempio di quiz….

I problemi di carteggio proposti in sede d’esame sono di natura esclusivamente geometrica, forse per uniformare i risultati. E’ senz’altro limitante, pensate